fbpx

St. George’s Institute: imparare l’inglese, tra Svezia e Floorball

Giocare a Floorball, andare in Svezia ed imparare l’inglese. Cosa unisce le tre esperienze? Lo racconta Daniele.

Il Floorball è lo sport di oggi e diventerà lo sport di domani. Durante i 30 anni di storia “floorball”, lo sviluppo e la crescita di questo sport è stato incredibile. Da quando è stata fondata la Federazione Internazionale nel 1986 in Svezia, il floorball si è diffuso in tutto il mondo ed è ora giocato in oltre 60 Paesi.
Il mio primo contatto con il paese scandinavo – ci racconta Daniele – non c’entra con lo studio delle lingue, con il viaggiare o con il vivere in un paese straniero eppure è lì che mi ha portato”.
Daniele frequentava il liceo quando la professoressa di educazione fisica presentò il floorball, uno sport di stampo hockeistico senza pattini, con una pallina invece del disco, senza necessità di protezioni, decisamente molto meno fisico dell’hockey. Senza porsi troppe domande, Daniele continuò a giocare solo nell’ambito scolastico, finché partecipando al primo torneo conobbe il responsabile-organizzatore degli incontri di floorball.

Il responsabile fu la prima persona svedese che Daniele avesse mai incontrato e conosciuto dal vivo, agevolato dal fatto che parlasse italiano già benissimo. Il suo inglese era pessimo, per non parlare dello svedese, pressoché nullo. Da quell’incontro, Daniele scoprì che questo stranissimo sport era nato in Svezia una decina di anni prima di lui e si stava diffondendo anche in Italia
Questi ragazzi che giocavano a Floorball, si trovavano in Italia per lavoro o per diletto ma soprattutto in mobilità con il progetto Erasmus, per studiare l’Italiano.

Daniele prese una decisone coraggiosa: avrebbe puntato nell’altra direzione, verso la fredda Svezia.

I nuovi arrivati dovevano imparare l’italiano, perché in Italia senza conoscere la lingua, ovviamente, le difficoltà raddoppiavano ma anche Daniele avrebbe dovuto imparare l’inglese se voleva o avesse voluto avere qualche speranza di viaggiare, andare e restare in Svezia.
Imparare l’inglese, dunque: avete letto bene cari lettori, perché li l’80% della popolazione parla inglese fluentemente ed in maniera sapiente.
Se siete rimasti “sbigottiti” e vi state chiedendo il perché, a tutto c’è una risposta. Prima di tutto la forte influenza anglofona, in Svezia, molto presente, essendo la Gran Bretagna molto vicina geograficamente: tant’è che anche la struttura grammaticale, è molto simile.
La Svezia ha investito poi, da subito, sull’insegnamento e apprendimento di lingue straniere come per esempio l’inglese ma anche di diverse altre importanti lingue, tra cui il tedesco, considerati i numerosi rapporti commerciali con la vicina Germania.
La Svezia per esempio, non doppia i film. Il doppiaggio (con bravissimi doppiatori ed attori italiani) è un fenomeno tutto italiano. Gli svedesi, anche nei film e telefilm, mantengono la loro lingua originale, inserendo solo i sottotitoli: questo rende il contatto con le altre lingue, molto più frequente e più efficace poiché risulta sia visivo che uditivo.
Daniele si pone un obiettivo pratico e coraggioso, per vivere in Svezia: imparare la lingua. Inizia quindi ad amare, pensare, imparare seriamente la lingua inglese.
Il suo primo passo è stato quello di seguire un programma, con un metodo molto preciso: seguire un corso di lingua almeno 2 volte a settimana, integrandolo con una visione di film in inglese, ovviamente, non doppiati.
Per quanto riguarda il suo progetto Erasmus, lo racconteremo nel prossimo articolo…!

Il St. George’s Institute, scuola di Lingue a Roma, si propone come una delle migliori scuole di lingue nella Capitale. Vi aspettiamo per conoscere i nostri corsi ed entrare nel mondo delle lingue, aumentando la vostra esperienza di vita e di lavoro.

Condividi articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scuola di lingue con tre sedi a Roma e specializzata nell'insegnamento delle più importanti lingue europee.

Correlati

Iscriviti alla newsletter

Comunicazione interna

Il corso di comunicazione interna ai tempi del COVID-19 è pensato per migliorare le dinamiche comunicative interne all’azienda nello scenario odierno di digitalizzazione totale quanto inattesa.

Contenuti

1. Dierenze fra Smart-working e Tele-lavoro

2. Analisi di gruppo delle esperienze reali dei partecipanti

3. Pro e contro del lavoro da remoto

4. Analisi dei modelli comunicativi (Schramm)

5. Studio delle strutture comunicative di base (Abrahams)

6. Forma e struttura comunicativa: il dono della sintesi

7. Dal “What” al “Why” nella comunicazione interna

8. Esercitazione di tool utili e relative best-practice:

  • Email (efficacemente);
  • Slack / Flock;
  • WhatsApp Channels;
  • Trello;
  • TeamViewer;
  • Skype;
  • Zoom;
  • G Suite;
Sessioni in programma
  • Corso di Comunicazione interna in tempi di COVID-19 ( 6 ore: 3 lezioni da 2 ore)
Comunicazione efficace

Il corso definisce le basi di una comunicazione efficace per gestire con successo situazioni relazionali e professionali, creando relazioni positive per raggiungere gli obiettivi prefissati.

Contenuti

La comunicazione è l’elemento essenziale di ogni relazione. Comunicare ecacemente significa gettare le basi per relazioni stabili, durature e all’insegna della fiducia.

  • Definizione della parola “efficace”;
  • Che significa essere un educatore “efficace”;
  • Il rettangolo del comportamento;
  • Il livello di accettazione;
  • L’ascolto attivo;
Sessioni in programma
  • Corso di Comunicazione Efficace (4 ore: 2 lezioni da 2 ore)
Va Ora in Onda

Corso per migliorare le capacità di public speaking e di comunicazione interpersonale essendo nello stesso tempo un’attività creativa di team building.

Destinatari

Professionisti e manager che intendono sviluppare le proprie capacità di public speaking / comunicazione interpersonale;

Aziende che intendono formare le proprie risorse umane sulla precisione, la sintesi, la chiarezza, il rispetto dei tempi, la capacità argomentativa, il saper dare forma a concetti e idee attraverso le parole, riuscire ad attirare e conservare l’attenzione di chi ascolta;

Aziende cerca nuove e innovative attività di team building.

Contenuti

Modulo 1: Teorie e tecniche di comunicazione interpersonale, utilizzando le modalità di comunicazione dello strumento radiofonico.

• Comunicare un messaggio sintetico, ecace ed originale;

• Stimolare la curiosità del pubblico, mantenendo un elevato grado di attenzione;

• Evocare immagini nell’ascoltatore usando la parola; • Rivolgersi ad una platea senza averla fisicamente presente.

Modulo 2: La Radio come strumento per imparare a conquistare il pubblico.

• Strutturare un intervento, valorizzando la gestione di tono, ritmo e volume;

• Sviluppare la percezione del tempo e imparare a comunicare un messaggio in tempi brevi;

• Apprendere le teorie e le tecniche di persuasione e seduzione dell’uditorio.

Modulo 3: La diretta radio come esperienza di team building per le aziende.

• Sviluppare le capacità di auto-ascolto e auto-valutazione con relativa condivisione e comprensione dei propri limiti e punti di forza;

• Condividere un progetto di comunicazione per un obiettivo comune;

• Organizzare il lavoro in gruppo e la gestione del tempo;

• Coordinare le fasi operative (conduttori, autori, team leader).

Modulo 4: Esercizi e moduli operativi:

• Esercizi unica aula per 15 allievi (riferiti al modulo 1 ed al modulo 2)

Sessioni in programma
  • Va Ora in Onda ( 8 ore: 4 lezioni da 2 ore)
Corsi di inglese

Corso finalizzato all’apprendimento e al miglioramento della lingua svolto da docenti esperti e altamente qualificati.

I corsi sono strutturati in modo da garantire l’uniformità del livello di conoscenza della lingua di tutti gli studenti, per ottimizzare i risultati di apprendimento.

Bonus “Early Bird:

i primi  iscritti 10 ad un corso di inglese livello B1 o B2 verrà data la possibilità di sostenere l’esame LanguageCert a costo zero.

LanguageCert è tra gli enti certificatori riconosciuti dal MIUR e fa parte di PeopleCert Group, organizzazione leader a livello mondiale nel settore di certificazioni. 

Sessioni in programma
  • Corso di Inglese livello B2, Upper Intermediate (12 ore: 8 lezioni di 90 minuti ogni martedì e giovedì)
Sicurezza per i lavoratori

Corso finalizzato alla formazione sulla sicurezza per i lavoratori, aspetto fondamentale per le aziende e che è possibile effettuare gratuitamente grazie alla formazione finanziata.

Sessioni in programma
  • Corso di formazione sulla sicurezza per i lavoratori, rischio basso (8 ore)
Controllo di gestione

Corso finalizzato alla formazione sul miglioramento dei controlli di gestione aziendale.

Sessioni in programma
  • Controllo di Gestione (12 ore, lezioni di 120 minuti ogni martedì e giovedì)