Barcellona: cinque motivi per visitarla o per viverla

Quante curiosità e misteri si celano nella splendida città di Barcellona, trovarli tutti è quasi impossibile.
Trovare soltanto cinque motivi per visitare Barcellona (e studiare in città la lingua spagnola), è un compito non facile.

Oggi intervistiamo Fernando Diaz Farias , docente di lingua spagnola, nonché Direttore Didattico presso il St. George’s Institute

Durante tutti questi anni di insegnamento della lingua spagnola in St. Georges Institute, ho preferito non basarmi sulla scelta di sola vacanza ma mi piacerebbe invece spronare, entusiasmare ad andare in questa storica città dando anche motivazioni diverse: per esempio artistiche, lavorative, imprenditoriali, progetti Erasmus.

Possiamo iniziare con il dire che Barcellona è una città per giovani:
Giovanile, piena di musei, mostre, artisti di strada; proiettata verso il futuro, decisamente fresca e attenta ai gusti dei giovani, agli interessi di adulti e ragazzi con un occhio particolarmente attento al mondo giovanile: pensiamo alla grande varietà di proiezioni cinematografiche, ristoranti dai piatti gustosi e profumati, spettacoli teatrali, compagnie off, eventi culturali e musicali, band emergenti, mostre d’arte, festival e sagre tradizionali aperte tutto l’anno che la collocano tra le grandi città europee. L’interesse verso al musica e la ricerca musicale, la sperimentazione, sono enormi: ricordiamo il BAM (Barcellona Azione Musicale), Primavera Sound (festival Musicale Urbano) e il Sonar (Festival Internazionale di Musica Avanzata e Arte Multimediale), tutti eventi di grande interesse nei confronti delle ultime tendenze artistiche e musicali.

Barcellona, città d’arte di antichi sapori e colori, dai mille volti:
Una magia perdersi nel quartiere gotico, il Barri Gotic, l’antica colonia romana, un vero gioiello. Palazzi, costruzioni, edifici civili e pubblici, religiosi, in stile gotico, si innalzano negli splendidi vicoli, si ramificano, tra luci e colori intorno all’imponente Cattedrale. Architetti come Gaudí, in particolare, ma anche Doménech i Montaner e Puig i Cadafalch affidarono il loro genio ed estro a maestri di arte applicata per riempire di fantasia, colori vivaci, preziosità, le vie di Barcellona.
Il Parco Güell, il Palazzo Güell e la Casa Milà“La Pedrera” di Gaudí sono imperdibili, delle vere perle di architettura e fantasia.
Il Tempio della Sagrada Familia, la Casa Batlló sono solo alcuni dei numerosi gioielli modernisti.

La Casa Batlló merita una citazione a parte, tanta è la sua bellezza: è un’opera dell’architetto Antoni Gaudí, massimo rappresentante del Modernismo catalano. Il piano nobile, l’attico, la terrazza sul tetto con i suoi splendidi comignoli che rimandano alla leggenda di Saint Jordi (San Giorgio) e il drago la collocano tra le opere d’arte più raffinate e note del mondo.

La varietà di stili della città è tale da affascinare anche i più profani. Se siete appassionati di architettura ed arte, Barcellona è città che fa per voi!
Parque de la Ciutadella, le Ramblas, Montjuic, Plaza de España, la Plaza Cataluña , tante sono le attrazioni artistiche e culturali, architettoniche imperdibili. Sicuramente, per un appassionato di arte, di architettura e cultura in generale, Barcellona non vi deluderà. Ed ancora, il Mercato della Boquería e il Gran Teatro Liceu, la Fontana Magica sono tra tante altre meraviglie da visitare.

Barcellona è anche una città per il Business:
La qualità della vita, la progettualità e l’aspetto professionale hanno contribuito ad aumentare il prestigio di Barcellona come città di investimento e business, riconosciuta sia a livello europeo che mondiale.
Se parliamo di infrastrutture e servizi, Barcellona è l´unica città del sud dell’Europa che ha creato uno dei maggiori porti del mediterraneo, una stazione per i treni di alta velocità, un aeroporto internazionale e il secondo recinto fiera più grande del continente, in una delle zone logistiche più grandi del mondo.

E’ anche una città poliglotta, multilingue:
Aggregazione, cultura, inclusione, questa è la parola d’ordine. Turisti, lavoratori, studenti, evidenziano come Barcellona dimostri che le lingue vadano ben oltre le frontiere e che la diversità linguistica è un arricchimento, norma, prerogativa. Gli scambi facilitati costituiscono un fattore importante ed una marcia in più per il futuro economico della città.
L’aspetto linguistico vario, ossia la diversità “linguistica” presente nella società catalana e barcellonese offre un valore aggiunto alla ricchezza della città, a favore della coesione e del dialogo interculturale.

Barcellona, meta turistica:
Inoltre, non ultima, una delle ragioni che possono sembrare banali ma in realtà sono assolutamente accattivanti per scegliere Barcellona è proprio il turismo molto presente e la grande vita notturna. Tutto è nato dopo le Olimpiadi, quando la città ha subìto cambiamenti e miglioramenti impressionanti per strutture e servizi. Le attrazioni sono divenute nel tempo, un vero must per tutti gli appassionati di viaggi.

Condividi articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn

Scuola di lingue con tre sedi a Roma e specializzata nell'insegnamento delle più importanti lingue europee.

Correlati

Iscriviti alla newsletter